Da buon napoletano doc quale sono, la pizza è uno degli alimenti che preferisco in assoluto. Non riesco a farne a meno, è più forte di me, tassativamente almeno una volta ogni due settimane devo recarmi in pizzeria, e non in una pizzeria qualunque, negli ultimi tempi sto cercando di fare visita alle migliori pizzerie di Napoli e dintorni.

Lo scorso Sabato sono stato in una pizzeria sul lungomare di Pozzuoli 10 Diego Vitagliano (questo l’indirizzo), attirato, come spesso accade ultimamente, dalle foto delle loro pizze sui profili social. L’attesa non è stata eccessiva, arrivati li alle 22.00, dopo un bel po’ di problemi relativi al parcheggio, siamo riusciti a entrare intorno alle 22.40 e chiunque abbia mai frequentato le pizzerie piuttosto rinomate del napoletano, sa che 40 minuti di attesa di Sabato sera sono un tempo piuttosto contenuto.

La scelta di pizze è abbastanza vasta, tuttavia sono due quelle che hanno attirato la mia attenzione: o’ raù, appartenente alla famiglia delle “pizze di pariata”, per intenderci quelle più particolari e pensate, e la prosciuttina presente nella famiglia dei corniciotti (pizze dal cornicione ripieno).

O’ raù

Partiamo dalla pizza “o’ raù”, gli ingredienti erano i seguenti:

  • polpettine fritte al ragù
  • fior di latte di Agerola
  • parmigiana di melanzane
  • scaglie di grana campano
  • basilico riccio napoletano e olio extravergine delle colline cilentane

10 Diego VitaglianoGli ingredienti sono tutti tipicamente napoletani: diciamocelo, già a un primo sguardo al menu la pizza sembra tutt’altro che leggera. In realtà si è trattata di una vera e propria scoperta, inutile dire che per un napoletano come me fondere in uno stesso piatto parmigiana di melanzane e la pizza era già motivo di godimento alla sola lettura del menu.

Il vero plus, in realtà, sono le polpettine al ragù: un’esplosione di sapori perfettamente integrata all’interno del contesto, completato da parmigiana di melanzane e provola. Il cornicione è della tipologia che preferisco, non troppo spesso ma dalla buona consistenza, mentre la pasta è perfettamente nella media di una pizzeria top di Napoli. Insomma se passate da 10 Diego Vitagliano dovete provare questa pizza, tra le migliori presenti a menu.

Prosciuttina

L’altra pizza provata è stata la “prosciuttina”, una pizza con cornicione ripieno, più specificamente gli ingredienti erano i seguenti:

  • cornicione ripieno con pesto e prosciutto cotto
  • base con provola affumicata di agerola
  • prosciutto cotto
  • olio extravergine delle colline cilentane

10 Diego Vitagliano

Partiamo dal presupposto che il pesto è uno degli ingredienti che ho maggiormente apprezzato negli ultimi tempi sulle pizze gourmet, l’accostata con il prosciutto cotto, però, non è vincente quanto l’insieme degli ingredienti presenti su “o’ rau”.

La pizza in se è molto buona, probabilmente però un ingrediente diverso, in luogo del prosciutto cotto, l’avrebbe esaltata maggiormente. Conto di tornare da 10 Diego Vitagliano per provare altre pizza che, almeno da un primo sguardo al menu, sembravano altrettanto interessanti.

Altro

Come non finire con il dolce? In tal senso ho assaggiato uno prodotto di una gelateria piuttosto famosa nel napoletano che rifornisce diversi ristoranti e pizzerie della zona, parlo dei cosiddetti “buccaccielli” di Casa Infante: barattoli con diversi strati di creme e semifreddi.

10 Diego Vitagliano

In particolare ho assaggiato il “Benvenuti al sud”:

  • strato di crema al pistacchio;
  • semifreddo alle mandorle;
  • strato all’arancia con pezzi.

Difficilmente potrete resistere a questa meraviglia, se avete l’occasione di provare questo o altri tipi di “buccaccielli” nei diversi ristoranti di Napoli, o perché no in una delle sedi di Casa Infante, fatelo! Ognuno ha una sua particolarità e vi posso assicurare che ne rimarrete estasiati, scegliendo il gusto che fa per voi.

L’attesa generale al tavolo è stata piuttosto contenuta e il personale molto cordiale seppur un po’ distratto dall’euforia del sabato sera, ma tutto nella normalità. Il locale è abbastanza standard per una pizzeria di questo tipo, a tratti rustico, soprattutto nella zona esterna: un capannone con tavoli addensati in uno spazio piuttosto contenuto.

Spero che questo articolo su 10 Diego Vitagliano sia stato di vostro gradimento e vi rimando al prossimo appuntamento gastronomico, su queste pagine.

 

Categorie: Food

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Clicca per saperne di più

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi